Barboncini toy - Cuccioli Italiani allevamento cani Roseto degli abruzzi

Cerca
EnglishFrenchGermanItalian
Vai ai contenuti

Menu principale:

Barboncino

Il barboncino è molto probabilmente una delle razze canine più apprezzate come cane da compagnia. Anticamente era usato come cane da caccia, come testimonia il nome con cui i francesi chiamano questo cane: caniche, derivato da canard, anatra. Insospettabilmente il barboncino di compagnia un tempo era un cane da caccia usato nelle paludi per stanare le anatre. In seguito, nei secoli scorsi è divenuta la razza preferita dai nobili e dalle corti reali. Quello che in realtà tutti chiamano barboncino, dovrebbe chiamarsi barbone nano. Infatti esistono, a seconda della mole, "versioni" differenti di questo cane. La classificazione ufficiale della F.C.I. (Federazione Cinofila Internazionale) li indica con le denominazioni seguenti: barbone grande mole, barbone media mole, barbone nano e barbone toy. Tutti fanno parte del gruppo 9, "Cani da compagnia". Si tratta di razze identiche in quanto a carattere, educazione e cura, cambiano soltanto le dimensioni e il peso.
Le origini
Le origini sono molto controverse: chi lo colloca originario della Francia, altri come specie autoctona della Germania. La tesi più accreditata è che sia un discendente del Barbet (razza tutt'ora esistente, anche se è assai raro incontrarlo); altri lo collocano come originario dell'Italia del Nord. Per la sua spiccata intelligenza e le doti di addestrabilità, quella del barboncino è una delle razze che sono state usate maggiormente nei circhi e più conosciute e apprezzate fin dall'antichità.
Aspetto generale e caratteristiche fisiche
Il barboncino è un cane di piccola taglia, mesomorfo (ovvero ben proporzionato tra larghezza e altezza del corpo) e dolicocefalo (con la forma della testa allungata, più lunga che larga). I colori ammessi nel barbone nano, ma anche nei barboni di altre moli, sono bianco, nero, marrone, grigio e albicocca. Le orecchie sono piuttosto lunghe e ricadenti sulle guance, il pelo può essere arricciato o lanoso, molto fitto e bisognoso di una costante cura e toelettatura. Le altre versioni si differiscono solo dall'altezza al garrese (da un minimo di 25 cm per il barbone toy fino a un massimo di 52 cm per il barbone grande mole) e conseguentemente il peso (da 7 kg a 32 kg).
Gli aspetti caratteriali
Il barboncino è considerato una delle razze più intelligenti che si conoscano: per questo motivo viene spesso addestrato nei giochi che impara con facilità e buona disponibilità. Di indole allegra, il barboncino è molto adatto alla vita in famiglia ed è particolarmente indicato per i bambini. Si affeziona molto alle persone di casa ed è bisognoso della compagnia e del contatto con l'essere umano. Essendo molto intelligente, può essere un cane dominante, per cui è essenziale imporre una buona educazione e disciplina nei primi mesi di vita, altrimenti potrebbe diventare, da adulto, un cane difficile da gestire.
Non è un cane dotato di uno spiccato senso del territorio, quindi difficilmente sarà un cane in grado di fare la "guardia" alla casa.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu